Festa di primavera aperta ai familiari Abitazione di Mario Spinazzè – ore 10 o 12.30 Biciclettata e gara di frittate
Read More
Caminetto solo soci Hotel Continental – San Donà di di Piave – ore 19.30 ASSEMBLEA Iniziative del Club, Distretto, Rotary International
Read More
Caminetto solo soci Hotel Continental – San Donà di di Piave – ore 19.30 Proposta di cambiamento del calendario Rotariano
Read More
Conviviale con familiari Trattoria Guaiane – Noventa di Piave – ore 20.30  Vittorio Munari L’appartenenza, così radicata nel Rugby, è mutuabile per un club service come il Rotary?                           Vittorio Munari, nato a Bassano nel 1951, inizia la sua carriera di giocatore nel […]
Read More
  • Festa di primavera aperta ai familiari Abitazione di Mario Spinazzè – ore 10 o 12.30 Biciclettata e gara di frittate
    Caminetto solo soci Hotel Continental – San Donà di di Piave – ore 19.30 ASSEMBLEA Iniziative del Club, Distretto, Rotary International
    Caminetto solo soci Hotel Continental – San Donà di di Piave – ore 19.30 Proposta di cambiamento del calendario Rotariano

Mercoledì 5 aprile 2017

1 aprile 2017
/ / /
Comments Closed

Conviviale con familiari

Trattoria Guaiane – Noventa di Piave – ore 20.30

 Vittorio Munari

L’appartenenza, così radicata nel Rugby, è mutuabile per un club service come il Rotary?

                         
Vittorio Munari, nato a Bassano nel 1951, inizia la sua carriera di giocatore nel Petrarca Rugby di Padova.
Alla fine degli anni settanta inizia il suo pellegrinaggio nei templi del rugby mondiale, cominciando a tessere quella fitta rete di conoscenze che mantiene tuttora. Inizia la sua raccolta di testi dedicati al rugby, tutt’oggi unica in Italia.
Nell’estate del 1984, a soli 33 anni, è allenatore del Petrarca e conquista tre scudetti consecutivamente, diventando il più giovane allenatore italiano di sempre a vincere il campionato.
Dal 1992 al 1998 riveste vari incarichi all’interno del Petrarca, da General Manager ad Amministratore delegato. Nel 1993 ha allenato il Resto del Mondo in occasione della partita di addio, a Pretoria, dell’apertura sudafricana Naas Botha.
Nello stesso anno è chiamato dall’allora segretario generale dell’International Rugby Board, Keith Rowlands a far parte del Technical Advisory Commitee dell’organismo internazionale, incaricato di proporre la prima serie di modifiche al regolamento del gioco del rugby.
Nel 1995 diventa su desiderio dello scomparso “Memo” Geremia il punto di riferimento del Petrarca Rugby, di cui diventa consigliere delegato, incarico che manterrà per cinque anni. Durante questo periodo torna per due stagioni sulla panchina del Petrarca portando la squadra a disputare in entrambe le occasioni la finale scudetto.
È stato inoltre consigliere della Federazione Italiana Rugby dal 1987 al 1996.
Nel 2002 viene invitato a ricoprire la carica di Direttore generale del Benetton Rugby Treviso, carica che ha mantenuto fino al giugno 2014.
Dalla fine degli anni 80 è la voce televisiva del rugby. Ha scritto per La Gazzetta dello Sport, Il Giornale, Il Corriere della Sera, Il Gazzettino e commentato incontri di rugby per Telecapodistria, Telepiù, Rai, e Sky; e dal 2014 commenta insieme ad Antonio Raimondi le partite del 6 nazioni su DMAX di Discovery Communications.
Il suo stile di commento è conosciuto e apprezzato per la capacità di unire conoscenza tecnica a metafore ed espressioni divertenti che rendono questo sport comprensibile a tutti.
Periodicamente è invitato da aziende leader nazionali, istituti bancari e assicurativi e da enti pubblici a tenere conferenze sul gioco di squadra, la componente motivazionale, la gestione delle risorse umane e la leadership.

Il Presidente Marino Fantin ricordando che il rugby è “squadra”, “aiuto reciproco”, spirito di disponibilità” tutti concetti comuni ad un club service come il Rotary cede quindi la parola a Vittorio Munari che ringrazia il Rotary per l’invito e per essere stato chiamato da un amico , Mario Spinazzè, a San Donà città a cui è legato da sempre.
Vittorio dichiara di amare il rugby perché è uno sport “crudo”dove appartenenza e valori sono costantemente perseguiti e dove il “portatore di palla” è sempre sostenuto.
Ricorda che, come giocatore o allenatore, quando perdeva le staffe era perché l’avversario era riuscito a batterlo e questo gli ha insegnato che non si devono cercare alibi o giustificazioni ad ogni costo perché queste scuse non permettono di esplorare e conoscere i propri limiti verificando le proprie capacità.
Il vero “perdente” è colui che passa la giornata a piangersi addosso e riceve in cambio compassione o derisione.
Il vero fuoriclasse è leader di se stesso e di tutta la squadra, la sua scelta è la scelta di tutti, e quando il portatore di palla sbaglia deve emergere il fondamentale sostegno, la fede, la determinazione, il coraggio.
Il mutuo sostegno e soccorso è mutuabile in tutta la società.
Quindi l’appartenenza significa “essere tutti nella stessa barca” ma tutti responsabilmente devono remare ecco l’assoluta analogia tra un team di rugby e un Club come il Rotary.
E’ una scelta individuale e personale che deve essere vissuta di conseguenza, nessuno ci ha obbligati a salire in barca!
L’automotivazione è fondamentale perché il vero investimento è trovare la forza interiore per affrontare il quotidiano ed arrivare al successo alla vittoria che va pensato, sognato, progettato, perseguito, raggiunto e poi dimenticato.
Il concetto importante non è la vittoria ma essere vincenti nell’impegno quotidiano, il campo da rugby insegna tutto cio’. Come non essere d’accordo ?
Gli applausi di tutti hanno salutato Vittorio che ha ricevuto i ringraziamenti del Presidente ed una pregiata bottiglia di Spumante Raboso vinificato con metodo Champenoise della Cantina Tessere.
Il consueto tocco della campana ha chiuso la bella ed allegra serata.

Read More
Pagina 1 di 612345...Ultima »
  • Rotary è:

    Il programma “Scambio giovani” del Rotary offre proprio questo agli 8.000 studenti che ogni anno vi prendono parte. 
    Scambio giovani
    Rotary San Donà; rotarysandona.it;Rotary San Donà di Piave;
    La nostra conoscenza diretta delle diverse realtà locali ci permette di individuare i bisogni effettivi del territorio – bisogni che contribuiremo a risolvere con l’aiuto delle nostre competenze e prospettive. 
    Impegno nel territorio
    Rotary San Donà; rotarysandona.it;Rotary San Donà di Piave;
    Il Rotary ti offre numerose possibilità: dalla partecipazione a un campo musicale estivo a una borsa di studio per il diploma di Master
    Borse di studio
    Rotary San Donà; rotarysandona.it;Rotary San Donà di Piave;
    Il Rotary unisce persone provenienti da tutti i continenti, le culture e le professioni ed è proprio questa diversità che rappresenta il suo maggior punto di forza.
    Condividi esperienze
    Rotary San Donà; rotarysandona.it;Rotary San Donà di Piave;